fbpx
+39 06 56547530   info@integraresrl.com

5 Gen 2019

Networking: una partnership innovativa

Così è cominciata

Credo fosse per i buoni rapporti tra due bolognesi, Mario (Buscema) e Andrea (Babbi), che nacque il Tavolo di coordinamento Mice, istituito a seguito del Protocollo d’intesa del 26 luglio 2013  tra Enit,  Coordinamento delle Regioni italiane in materia di Turismo, Assessorato al Turismo della Regione Toscana (capofila dell’organismo interregionale Mice in Italia) e  Federcongressi&eventi, per azioni sinergiche e coordinate rivolte allo sviluppo del settore Mice.

Quel “Tavolo” divenne, con rapidità davvero inusuale per l’ italica flemma, un laboratorio di sviluppo di una partnership innovativa tra operatori privati, rappresentati dalle rispettive Associazioni, e Istituzioni, finalizzata alla più efficace promozione della nostra Meeting Industry nel mondo.

 

Così si è concretizzata

A marzo del 2014, il progetto del Convention Bureau Italia, prima applicazione di quella partnership, fu presentato da Carlotta (Ferrari) in occasione della Convention svoltasi a Venezia, alla presenza dell’allora Ministro Franceschini.  A giugno di quello stesso anno nasceva il Convention Bureau Italia a trazione privata  in forma di rete d’impresa (si sarebbe poi  trasformata in Società Consortile un anno dopo) per la volontà comune delle Associazioni che avevano animato quel “Tavolo” e tre anni dopo, a luglio del 2017, sarebbe “figliato”, come ulteriore applicazione della partnership innovativa, il Convention Bureau di Roma e Lazio.

Questo breve ricordo di un’avvincente storia, che in cinque anni si è arricchita di esperienze e successi, vuole appunto celebrare una capacità di innovazione e creatività in questo caso non necessariamente sorretta dalla tecnologia, ma da altri “attrezzi” che ritengo fondamentali per generare successo: l’attitudine all’ascolto e alla valorizzazione del lavoro in team (grazie ancora Mario), la volontà di condivisione di competenze, best practice e la continua profusione di energia (grazie ancora Carlotta) e, naturalmente, la bontà del progetto.

In questa esperienza, per me tra le più stimolanti e impegnative, condivisa con Mario, Carlotta e altri protagonisti, colleghi e colleghe di Federcongressi&eventi, o di altre Associazioni e rappresentanti delle Istituzioni, rivendico la determinazione, a volte la resilienza, necessarie per raggiungere l’obiettivo e per sostenere modelli di sviluppo economico sorretti dalla collaborazione, dalla concretezza, dall’abbandono di strategie di potere a vantaggio dalla presa di responsabilità. Questa partnership innovativa è ormai una best practice che merita di consolidarsi perché congiunge l’ esperienza e la capacità operativa delle imprese con il prestigio e la forza delle Istituzioni.

E domani?

Oggi l’intuizione di ieri porta nuova energia, nuovi progetti e nuove sfide, affidate a chi, dalla prima ora o subentrando nei ruoli chiave delle Associazioni, delle Istituzioni e delle Aziende, continua a credere in questa modalità (forse visionaria) di crescita. Queste donne e uomini di grande apertura mentale e straordinaria caparbietà, sono le persone  che ringrazio per aver compreso e creduto nell’”insieme”, senza cedere alla fatica  e alla tentazione di guardare, prima di tutto, dentro “casa propria”.

Il networking non è geniale, è “faticoso”, ma porta lontano.

Paolo